Il nostro Aldo ora canta con gli angeli

Era una fredda sera invernale di qualche anno fa, io e mio fratello stavamo uscendo dal cancello di casa per recarci alle consuete e canoniche prove del Coro del martedì.

Sentiamo alle nostre spalle una voce che ci dice: “Dove andate voi due che sono già quasi le nove di una serata piuttosto fredda ?” la nostra risposta fu : “Andiamo a cantare per le prove del Coro”.

Era l’Aldo Romani e la sua domanda racchiudeva una curiosità unita alla sorpresa che lasciava trasparire un sottinteso: a cantare voi due proprio non vi vedo ! ....

Percorremmo un pezzo di strada assieme, Aldo probabilmente andava dagli amici al bar e capimmo che la cosa, oltre a sorprenderlo, lo stuzzicava.

“Aldo ne parliamo al Maestro e poi se la risposta sarà come ne siamo sicuri positiva, la prossima settimana verrai con noi al Coro”.

2013-08-04 - Foto TeglioDSCN0449E così successe che un altro amico andava ad ingrossare le fila del Coro portando, oltre naturalmente al suo contributo di voce, anche e soprattutto un contributo di amicizia che è una caratteristica inconfondibile del Coro di Cinisello.

Ora bisognava collocarlo all’interno del Coro in una delle quattro voci in cui sono suddivisi tutti i Cori in base al timbro vocale che Madre Natura ha dato ad ognuno di noi.

Questo è il compito del Maestro che dopo aver brevemente ascoltato la voce dell’Aldo lo collocò nel gruppo dei baritoni.

I baritoni, per chi non è dentro alle segrete alchimie di voci di un Coro, sono delle persone dalla voce un po’ ibrida. Vorrebbero essere come i BASSI, ma non hanno la profondità di timbro; vorrebbero essere come i TENORI, ma la loro voce non si alza più di tanto e perciò vivacchiano a rimorchio delle due voci più importanti del Coro (questa è evidentemente una cattiveria di chi scrive perché appartenente ad una delle voci guida di un Coro).

Una seconda cattiveria sta nel fatto che all’interno del gruppo baritoni risiede una colonia di milanisti che non sono esattamente il massimo della vita ! ;-)

Spero di essere perdonato per queste divagazioni anche perché il mio scritto non vuol essere un elogio funebre (non mi ritengo capace) ma solo il ricordo di un amico.

Tutte queste cose assomigliano anche ad un’altra passione instillata ad Aldo: la bicicletta.

Purtroppo quest’ultima passione lo ha portato, per un destino crudele, a lasciare la vita!

Credo che tutti noi del Coro dobbiamo ricordare Aldo per quanto ha dato in termini di amicizia, di collaborazione, di condivisione del suo modo di vivere la vita cose che nel nostro Coro sono fondamentali più della voce.

E grazie a questo, dopo che il Maestro ha dato le quattro note e alza le mani si compie il prodigio di quaranta persone tutte diverse per qualità umane che donano al Coro la loro umanità ma tutte unite nel desiderio di cantare bene non per sé ma per chi ascolta.

Nella storia ormai lunga per quasi tutti noi per appartenenza al Coro, abbiamo visto tante uscite di scena e tanti rientri, due cosa che all’Aldo non saranno consentite perché ormai appartiene ad un mondo che non è il nostro ma che con il nostro si collega nel ricordo, che è una preghiera, nella preghiera che è un ricordo sul filo della musica che ci legherà sempre all’Aldo.

Ciao Aldo

Quanto scritto non è l’idea di un singolo Corista ma è sicuramente l’espressione del pensiero di tutti del Coro Cai di Cinisello Balsamo.

Lino Riva

 


Caro Aldo, la tua dipartita ci ha colto di sorpresa.

In questa circostanza non possono non venire alla mente i tanti momenti che abbiamo condiviso nella gioia dello “spirito” di gruppo che ci accomunava.

In questi lunghi anni vissuti assieme abbiamo apprezzato la tua dedizione al nostro coro, che tu, con gli altri amici hai contribuito a far crescere.

Ti è sempre piaciuto il bel canto ! E quando cantavi i tuoi occhi esprimevano la gioia che avevi dentro.

Grazie Aldo, perché sei sempre stato disponibile, attento e partecipe ai problemi degli amici e la tua presenza si sentiva, qualche volta nei toni accesi della discussione che comunque non prevaricava mai il valore dell’amicizia, ma si sentiva soprattutto nel gusto del canto che esprimevi con la tua voce ferma e vigorosa.

E questo ci rende più difficile sapere che non ti vedremo più fisicamente tra noi anche se sarai sempre vivo e presente nei nostri ricordi.

GERMANIA - INSBACH - 7-8-9  Novembre 1997 10

 

 

 

 

 

 

 

Ebbene oggi, quella Patria l’hai trovata: “la Patria celeste” e con gli altri amici del coro che ti hanno preceduto starai cantando, assieme ai cori degli Angeli, l’immensa gloria di Dio.In particolare amavi quel canto che inizia con “la Patria mia dov’è, dov’è?”.

Da lassù continua ad amarci e a proteggere tutti coloro che ti hanno voluto bene, in attesa del giorno che ci vedrà ancora uniti a cantare l’Amore di Dio.

Signore il Tuo disegno per noi è immenso…troppo grande per capire.

Ti ringraziamo però perché hai voluto mettere Aldo vicino a noi, con il suo carattere, le sue passioni e con quell’amore che traspariva sempre nel segno di una sana e sincera amicizia

Gli amici del Coro

 


Caro Aldo.

Questa lettera la scrivo per ricordati e ringraziati a nome del coro per essere stato con noi.

Tutti noi, chi ti ha conosciuto ha apprezzato le tue qualità umane, l’affetto, la generosità, la disponibilità che mettevi nei tuoi rapporti con le persone.

Non pensavo però che il tuo ottimismo, il tuo apprezzamento per la vita, il tuo entusiasmo nel fare, penetrasse così profondamente in tutti noi. Ci rimarrà sempre presente la tua esclamazione più usata:  “Ooh che bel mund !”

Ho però compreso questa tua capacità personale solo al funerale e nella reazione dei coristi. Tutti i coristi vecchi e nuovi presenti al funerale, Vanni in lacrime che ti ricorda magnificamente in pubblico, noi a ripensarti fin dalla prima prova corale.2013-09-28 - VillimpentaIMG 3108

Ma soprattutto la massa di persone presenti al funerale e la loro qualità. I responsabili del CAI, dell’ANA, dell’ANTEA, i ciclisti, gli amici del bar e chissà quanti altri gruppi e associazioni, a tutti evidentemente hai dato qualcosa oltre alla disponibilità e all’attività gratuita.

Le tue qualità morali e sociali si sono così evidenziate chiaramente.

Complimenti e grazie.

Ciao Tarcisio

 

made with love from Joomla.it
free joomla templatesjoomla templates
2014 Coro Cai Cinisello Balsamo
Via Sant'Ambrogio, 22 - 20092 Cinisello Balsamo