image1 image1 image1

A Clusone con il Coro Idica

Quella che ci apprestiamo a vivere è una giornata impegnativa e importante al cospetto di uno dei cori più importanti nel mondo della coralità e dei canti alpini : il Coro Idica (Italiano DI Canti Alpini) di Clusone.

Dopo averli ospitati al 26° CantaNatale, ora il coro di Clusone ci ha invitati in occasione del “Concerto per gli Alpini di San Lorenzo” dove ci esibiremo insieme a loro nella chiesa della cittadina di San Lorenzo di Rovetta a poca distanza da Clusone, sabato 31 maggio...

IMG 4909 Il viaggio in pullman ci porta nel pomeriggio dritti a Clusone per una visita della città che ci riserva grandi sorprese culturali, cosa che ci capita spesso girando per concerti. Sarà retorico ma conferma una volta di più il valore artistico del nostro paese che non è solo nelle grandi città d’arte che tutti conosciamo ma è anche in quelle piccole, nei borghi, nei paesi ai piedi dei monti come in questa cittadina, una prova del fatto che le capacità artistiche e il gusto del bello sono sempre stati diffusi e posseduti dal popolo italiano.

Cosa abbiamo visto ? cosa ci è rimasto così impresso ? intanto siamo stati fortunati a trovare una persona che ci ha guidati a scoprire la città con grande competenza e una coinvolgente voglia di trasmetterci il suo amore per la storia e l’arte.

IMG 3844

La prima cosa di cui ci ha parlato è stato l'Orologio Planetario Fanzago, una straordinaria opera realizzata nel 1583 da Pietro Fanzago, tuttora funzionante che si trova sulla facciata sud della torre del municipio.

L'orologio segna i movimenti del sole e della luna, le ore del giorno e la durata della notte, gli equinozi ed i solstizi, le costellazioni dello zodiaco, le lunazioni, i mesi. L'antico meccanismo viene caricato a mano ininterrottamente tutti i giorni da circa quattrocento anni e la visita ci ha portato a vedere il meccanismo all’interno della torre.

Di fronte alla facciata della basilica sorge l'Oratorio dei Disciplini, che presenta in facciata un affresco del XV secolo con in alto il Trionfo della morte e nel registro inferiore una danza macabra molto importante.Le strade della città sono disposte prevalentemente di costa rispetto al declivio su cui sorge: nella strada più alta è posta la monumentale basilica di Santa Maria Assunta, di forme settecentesche, il cui alto campanile è visibile da tutta la vallata.

IMG 4951

Al termine di questa appassionante visita della città veniamo ospitati nella sede del Coro Idica per un breve rinfresco che ci da un po’ di carburante per l’imminente concerto.

La sede del Coro al pianterreno del Palazzo Marinoni-Barca del sec. XVII è ricoperta di prestigiosi riconoscimenti  al suo interno dispongono di un ambiente dedicato solo alle prove del Coro.

 Il Coro Idica viene costituito il 19 marzo del 1957 e si avvale della disponibilità e della competenza del M° Kurt Dubiensky  giunto a Clusone profugo perché ebreo dopo che tra il 1939 e il 1940 dovette fuggire da Vienna a causa delle leggi razziali.

Giocando in casa di Kurt Dubiensky, musicista e compositore, non potevamo non omaggiarlo cantando “Madonnina dei Campelli” uno dei sui meravigliosi canti da noi imparati ed ormai diventato un classico delle nostre esibizioni.

IMG 5029

Paolo Motta

made with love from Joomla.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

free joomla templatesjoomla templates
2014 Coro Cai Cinisello Balsamo
Via Sant'Ambrogio, 22 - 20092 Cinisello Balsamo